Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Passaporti

 

Passaporti

Normativa di riferimento: Legge n. 1185 del 21 novembre 1967 e successive modifiche.

Per richiedere il rilascio del passaporto è necessario prenotare un'appuntamento e presentarsi personalmente presso questa Agenzia Consolare nell'orario di attenzione al pubblico.

 

INFORMAZIONI GENERALI

L'Ufficio Passaporti dell'Agenzia Consolare di Moron e' competente al rilascio dei passaporti a favore dei cittadini italiani residenti nella propria circoscrizione consolare, che comprende le seguenti zone: “partido” di Hurlingham, “partido” di Ituzaingó, “partido” di La Matanza e “partido” di Morón. Per i non residenti, si potra' procedere al rilascio solo successivamente all'acquisizione della delega e del nulla osta concesso dall'Autorità italiana competente per residenza (Questura o altro Consolato).

Presupposto fondamentale per l’ottenimento del passaporto nell'Agenzia Consolare è di avere residenza e stato civile attualizzati; ciò significa aver notificato a questa Agenzia Consolare un eventuale cambio di residenza tramite il portale Fast It (il nuovo indirizzo deve comparire anche nel DNI) e aver presentato eventuali atti di matrimonio, sentenze di divorzio o atti di nascita di figli minori di 18 anni. Si suggerisce pertanto di provvedere per tempo a segnalare ogni variazione.

Richiesta appuntamenti on line: ogni cittadino italiano ha la facoltà di presentare la richiesta di turno oltre che per sé anche per i familiari diretti (coniuge e figli conviventi), ammesso che ci siano turni disponibili anche per i familiari. Per maggiori dettagli cliccare qui.

 

Nuove modalità di conferma degli appuntamenti per l'Ufficio Passaporti

Tutti gli appuntamenti presi per il servizio “Passaporti” attraverso il sistema “Prenota online” dovranno essere CONFERMATI dagli utenti nell’arco di tempo che va dai 10 ai 3 giorni precedenti l’appuntamento seguendo le istruzioni riportate nella mail che il sistema invierà automaticamente all’utente.
I turni NON confermati nel periodo previsto VERRANNO AUTOMATICAMENTE CANCELLATI. Gli utenti sono pregati di confermare il turno SOLO QUANDO abbiano certezza di potersi presentare all’appuntamento con TUTTA LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA. Ciò anche al fine di non occupare inutilmente slot di appuntamenti che verrebbero cosi resi immediatamente disponibili per altri utenti.
L’Agenzia Consolare si riserva il diritto di bloccare le utenze di coloro i quali PUR AVENDO CONFERMATO IL TURNO non dovessero poi presentarsi.

Il passaporto elettronico

Il passaporto elettronico è dotato di particolari caratteristiche di stampa anticontraffazione e di un microprocessore che consente la registrazione dei dati - certificati elettronicamente - riguardanti il titolare del documento e l'Autorità che lo ha rilasciato. In base alle disposizioni in vigore, tutti i passaporti contengono all’interno del microchip, l’immagine del volto e le impronte digitali del titolare. Anche per i minori di età superiore ai dodici anni è obbligatoria l’acquisizione delle impronte digitali.

 

COSTI E VALIDITÀ DEL PASSAPORTO

Il costo in Pesos Argentini per il rilascio del passaporto varia trimestralmente.
Il costo attuale, a partire dall' 1 ottobre 2020, è di 9.820 pesos.

Il giorno dell’appuntamento, i connazionali in possesso dei requisiti elencati in precedenza, ricevono un modulo contenente le istruzioni per effettuare il pagamento in banca e per ritirare il passaporto presso l’Agenzia Consolare in Moron nei giorni successivi.
I passaporti hanno la validità di 10 anni per le persone maggiori di 18 anni, di 5 anni per i minori da 3 a 17 anni e di 3 anni per i minori di 3 anni e NON SONO RINNOVABILI.
Dall’8 luglio 2014 è stato abolito il pagamento della tassa annuale sul passaporto.

 

DOCUMENTI NECESSARI PER IL RILASCIO DEL PASSAPORTO

La documentazione sotto indicata deve essere prodotta in originale, accompagnata da una fotocopia semplice. L'Agenzia Consolare si riserva comunque, dopo aver valutato ogni singolo caso, la facoltà di richiedere eventuale ulteriore documentazione.

 

Cittadini nati in Italia

 

Cittadini nati all’estero

 

Richiedenti con figli minori di anni 18

Nel caso in cui il richiedente abbia figli minori di anni 18 e a prescindere dal suo stato civile (celibe/nubile, separato o divorziato), per il rilascio del passaporto è necessario acquisire l’autorizzazione (atto di assenso) dell’altro genitore. (vedi "come si manifesta l'assenso").

IL GIORNO DELL’APPUNTAMENTO, IL GENITORE RICHIEDENTE IL PASSAPORTO DOVRA’ PERTANTO PRESENTARSI UNITAMENTE ALL’ALTRO GENITORE.

In caso di decesso di uno dei genitori, è necessario presentare, anteriormente all’appuntamento, al nostro servizio di ricezione a piano terra, l’atto di morte dello stesso, tradotto in italiano (se il defunto era cittadino italiano). 

 

PASSAPORTO PER MINORI

Tutti i minori devono essere in possesso di passaporto individuale; ai fini del rilascio, è necessario l’assenso di entrambi genitori (vedi "come si manifesta l'assenso").

Si segnala che l'iscrizione del minore sul passaporto del genitore non è valida e che, il minore può viaggiare all'estero solo con un documento di viaggio individuale.

I passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

Il passaporto individuale avrà validità:

  • di 3 anni per i minori da 0 a 3 anni;
  • di 5 anni per i minori di età compresa fra i 3 e i 17 anni.

Per il rilascio E’ SEMPRE necessaria la presenza del minore per il quale si richiede il passaporto, munito di:

E’ necessario acquisire le impronte e la firma digitalizzata dei minori che abbiano compiuto 12 anni di età.

N.B.: Per i minori di età inferiore ai quattordici anni, l’uso del passaporto è comunque subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori (o tutore o altra persona delegata ad accompagnarli).

 

COME SI MANIFESTA L'ASSENSO AL RILASCIO DEL PASSAPORTO

La legge italiana richiede l’assenso di entrambi i genitori per il rilascio del passaporto ad un minore e l’assenso dell’altro genitore qualora il richiedente abbia figli di minore età.

L’assenso può essere manifestato per iscritto in una delle seguenti forme:

  • personalmente (cioè in presenza dell’altro genitore) presso questa Agenzia Consolare al momento della presentazione della domanda di rilascio del passaporto (si ricorda che chi dà l’assenso deve essere munito di un documento valido di identità (originale e fotocopia);
  • personalmente presso un qualsiasi Ufficio della Pubblica Amministrazione Italiana (abilitato ad autenticare firme);
  • personalmente presso un notaio argentino, con successiva apposizione dell’Apostille e traduzione in italiano.

I cittadini dell’Unione Europea possono manifestare l’assenso compilando e firmando l’apposito modulo (scarica modello atto di assenso) e allegando copia di un documento rilasciato da un Paese dell’Unione Europea ove appaia la firma del dichiarante.

Non si provvederà al rilascio del passaporto al genitore richiedente, qualora l’altro genitore non si presenti o non presenti l’assenso, secondo le modalità precedentemente descritte.


CHE FARE IN CASO DI RIFIUTO DELL'ASSENSO

Fra le ragioni che possono essere addotte per negare l’assenso vi sono quelle legate al mancato rispetto degli obblighi alimentari e di mantenimento dei minori.
In assenza dell’assenso dell’altro genitore, l'Agente Consolare, nella sua veste di Giudice Tutelare dei minori residenti nella sua Circoscrizione Consolare, dopo aver effettuato una serie di accertamenti, potrà valutare se autorizzare, con apposito Decreto Consolare, il rilascio del Passaporto al richiedente. A tal fine, il richiedente o il genitore consenziente dovrà inviare una lettera sottoscritta per comunicare che l'altro genitore rifiuta di concedere l’assenso e per fornire recapiti utili per contattare quest’ultimo.

 


DOCUMENTI DA PRESENTARE IN CASO DI FURTO O SMARRIMENTO DEL PASSAPORTO

PER TUTTI, RESIDENTI E NON RESIDENTI NELLA CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE:

Per i residenti nella circoscrizione consolare

Verrà rilasciato nuovo passaporto, secondo le modalità consuete, previa formale comunicazione d’ufficio dell’avvenuto furto/smarrimento alle competenti Autorità italiane.

Per i NON residenti nella circoscrizione consolare

  • Nel caso debbano fare rientro in Italia, si procederà al rilascio di un documento di viaggio (ETD);
  • Nel caso invece necessitino di nuovo passaporto per attraversare altre frontiere prima di far rientro in Italia, l’Agenzia Consolare provvederà a richiedere all’Autorità Italiana competente per residenza (Questura o Ufficio Consolare) la delega per il rilascio del un nuovo passaporto. Questo sempre e solo nel caso gli interessati siano provvisti di un qualsiasi documento di identità.

In entrambi i casi sopra descritti è necessario esibire il biglietto aereo che mostri le successive tappe del viaggio.

 

AVVERTENZE GENERALI

  • Si suggerisce di presentare la richiesta di un nuovo passaporto con un congruo anticipo rispetto alla data di un eventuale viaggio.
  • Si fa notare che la richiesta di esibire un DNI recente e aggiornato è dettata sia dalla necessità di possedere dati aggiornati per verificare l’effettiva residenza in questa circoscrizione consolare e consentire l’effettivo riconoscimento del titolare, sia dal bisogno di uniformarsi alla legge italiana, che prevede che i documenti di identità non possano avere validità superiore ai 10 anni.
  • La fotografia deve essere recente. Dimensioni: 35-40 mm di larghezza ed un’altezza proporzionale (40-53 mm). Non si accetteranno fotografie di dimensioni inferiori. La testa e la parte superiore delle spalle devono occupare all’incirca il 70-80 % dell’intero quadro. Tra la parte superiore della testa ed il limite superiore della foto dev’esserci una distanza minima di 2 mm. Il fondo deve essere bianco ed uniforme, senza ombre. Non deve comparire lo schienale della sedia, su cui siede la persona fotografata. La fotografia deve essere a colori, centrata e con la corretta messa a fuoco. Il volto del soggetto deve fissare direttamente la fotocamera, non di profilo, nè guardando in altre direzioni; non devono esserci ombre sul viso, né nel fondo. Gli occhi devono essere aperti, non rossi a causa del flash e non coperti dai capelli.
  • La fotografia presente nel D.N.I. deve permettere l’identificazione dell’interessato, nonostante il documento sia in corso di validità. Nel caso non fosse possibile identificare la persona, non si procederà al rilascio del passaporto; per ovviare a questo, il richiedente dovrà ottenere, presso le autorità argentine corrispondenti, il rilascio di un nuovo D.N.I.

 

A cura dell’Ufficio Passaporti dell’Agenzia Consolare d’Italia in Moron

 


41